Unterperfuss

Unterperfuss, uno dei più piccoli comuni del Tirolo, vi aspetta con alcuni maneggi.

Altitudine: 596 m s.l.m.

Unterperfuss è situato nella valle Inntal, a ca. 15 km ad ovest di Innsbruck. Con una superficie di 2,2 km² e ca. 200 abitanti, il paese conta, sia in base agli abitanti che alla superficie, tra i comuni più piccoli del Tirolo. I dintorni sono caratterizzati da un paesaggio agrario con prati e campi. Lo stemma del comune ritrae un’onda azzurra, simbolo per il fiume Inn, ed una ruota da mulino rossa. Si tratta della ruota di Santa Caterina, patrona locale della parrocchia.

Unterperfuss è un ideale punto di partenza per escursioni e gite in bicicletta. Gli impianti di risalita nell’area escursionistica Rangger Köpfl si trovano a soli 2 km di distanza a Oberperfuss. I percorsi vi portano nel cuore delle montagne del Tirolo Settentrionale. Famoso è il punto panoramico Stiglreith, con ristorante panoramico e parco giochi, come anche vari sentieri che prendono inizio proprio da lì. Anche il Cammino di Santiago di Compostela porta attraverso il comune ed invita quindi a delle piacevoli passeggiate. Lungo questo tratto del cammino si possono per esempio ammirare una meridiana, una cappella ed una cisterna risalente al medioevo. E la famosa ciclabile Inntalradweg, amata grazie al suo minimo dislivello anche da famiglie con bambini, passa per il paese. Nel paese stesso si trovano inoltre alcuni maneggi come il “Reiterhof zum Penz”, dove si svolgono spesso grandi eventi ippici.

D’inverno, il vicino monte Rangger Köpfl si trasforma in un’amata area sciistica con una pista per slittini, lunga ben 10 km. Anche le aree sciistiche Axamer Lizum, Seefeld e Kühtai nella valle Sellraintal, la più elevata area sciistica dell’intera Austria, si trovano nelle vicinanze. Con lo skipass “Tirol Snow Card”, acquistabile presso gli impianti di risalita aderenti, si possono usufruire delle piste di ben 80 aree sciistiche della zona, fra le quali sono anche le sopra nominate. Quindi, con questa card avrete la possibilità di scegliere tra ben 900 impianti di risalita ed oltre 3.000 km di piste.

Un nostro consiglio: la chiesa parrocchiale, consacrata nel 1648 a S. Caterina, vale la pena visitare! Questa chiesa venne ricostruita più tardi in stile barocco. Di particolare interesse sono le finestre ad arco a tutto sesto, il campanile a cipolla terminante con una piccola lanterna, decorazioni di stucchi in stile rococò all’interno e le pitture sul soffitto di Anton Kirchebener dell’anno 1761.

suggerimenti ed ulteriori informazioni