Krapfenschnappen

In alcuni comuni del Tirolo Orientale si festeggia ancora oggi la tradizione del ”Krapfenschnappen”.

Dalle varie usanze del giorno di festa Ognissanti il “Krapfenschnappen” nel Tirolo Orientale è sicuramente quello più interessante. La parola “Krapfenschnappen” significa tradotto “acciuffare i krapfen”. I giovani ragazzi indossano una camicia bianca, un pezzo di pelliccia sopra il viso ed un cappello e si avviano nel loro paese e vanno da casa in casa. Nelle mani tengono il cosiddetto “Schnapper”, un bastone con una testa di un animale, come per esempio un gallo o un montone. Con una corda che è attaccata al muso dell’animale la mandibola può essere aperta e chiusa.

E così le contadine ed i contadini danno ai raggazzi i dolci krapfen, i quali tra l’altro rappresentavano anche una pasta di culto che veniva spesso messa sulle tombe. Per ringraziare poi le contadine per i krapfen, i “Krapfenschnapper” cantano qualche canzone.

Ma non ovunque dove viene ancora festeggiata questa usanza si prosegue nello stesso modo. Presso il paese Patriasdorf nei pressi di Lienz per esempio i ragazzi non devono farsi riconoscere e quindi non possono neanche parlare. Nel comune di Kals invece i ragazzi si ringraziano per i dolci con la frase “Vergelt’s Gott für die Armen Seelen”.

Alloggi consigliati

  1. Hotel Taurerwirt
    Hotel

    Hotel Taurerwirt

  2. Vergeiner’s Hotel Traube
    Hotel

    Vergeiner’s Hotel Traube

  3. Ferienhotel Laserz
    Hotel

    Ferienhotel Laserz

  4. Hotel Goldried
    Hotel

    Hotel Goldried

  5. Spa Hotel Zedern Klang
    Hotel

    Spa Hotel Zedern Klang

Suggerimenti ed ulteriori informazioni