Fuochi del Sacro Cuore

I fuochi del Sacro Cuore sono una tradizione che ebbe inizio il XIX secolo con una promessa al Sacro Cuore di Gesù.

Quando nel 1796 le truppe francesi sotto Napoleone erano strettamente legati con i bavaresi, la regione del Tirolo venne minacciata e si decise di trovarsi per un congresso per discutere come proseguire. E proprio in questa discussione a Bolzano (Alto Adige), visto il pericolo delle truppe di Napoleone, l’abate Sebastian Stöckl di Stams propose di dare la regione del Tirolo in mano al Sacro Cuore di Gesù… e quindi di sperare in aiuto di Dio. Il 1 luglio 1796 venne data la promessa solenne al Sacro Cuore di Gesù. E 80 anni dopo questa promessa, i primi fuochi sulle montagne in ricordo della promessa vennero incendiati.

La tradizione dei fuochi su radure in montagna risale invece al tempo prima del Cristianesimo, ovvero ad un culto dei popoli naturali per i quali il sole aveva una posizione speciale. Con il fuoco si voleva riprodurre le forze del sole.

I fuochi del Sacro Cuore oggi vengono incendiati ogni anno al calare della notte alla seconda domenica dopo Fronleichnam (Corpus Domini). Ed ancora oggi i fuochi hanno delle forme tradizionali come cuori, croci o anche la scritta “INRI” o “IHS” in ricordo di Gesù.

Alloggi consigliati

  1. Hotel Weiler
    Hotel

    Hotel Weiler

  2. Hotel Goldene Rose
    Hotel

    Hotel Goldene Rose

  3. Albergo Lenzer
    Hotel

    Albergo Lenzer

  4. Strasserwirt
    Hotel

    Strasserwirt

  5. Hotel Gasthof Oswalderhof
    Hotel

    Hotel Gasthof Oswalderhof

Suggerimenti ed ulteriori informazioni