Albin Egger-Lienz

Le sue opere rispecchiano in gran parte degli scenari della Prima Guerra Mondiale e tantissime delle sue pitture sono contro la guerra.

Albin Egger-Lienz è nato nel 1868 a Striebach vicino Lienz come figlio illegittimo di Maria Trojer e Georg Egger. Il suo nome di battesimo è Ingenuin Albuin Trojer. Solo nel 1877, dopodichè Georg Egger aveva adottato il suo figlio, il suo cognome cambiò in Egger. La sua prima formazione professionale è stata inizialmente approfondita con il padre, il quale lavorava come pittore nelle chiese. Dal 1884 al 1893 Albin ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti a Monaco con i maestri Karl Raupp, Gabriel von Hackl e Wilhelm von Lindenschmit d.J. Dal 1894 Albin Egger ha lavorato come libero artista a Monaco, dove si orientò allo stile di Franz von Defregger.

Nel 1899 l’artista si trasferì a Vienne dove sposò Laura von Möllwald. Solo un’anno dopo diventò membro del “Künstlerhaus” (Casa degli artisti) e del “Hagenbundes”. Presso l’esposizione mondiale a Parigi nel 1902, Albin Egger-Lienz ottenne la medaglia di bronzo con la sua opera “Feldsegen”.

Nel 1909 diventò membro della Secession di Vienna, dalla quale però dopo sette anni si ritira. Alcuni anni dopo, nel 1912, Albin Egger diventa professore all’Accademia delle Belle Arti ed anche a Weimar. Dopo solo pochi anni di lavoro come professore, l’artista si trasferisce a S. Giustina nei pressi di Bolzano per lavorare lì come artista libero. Tra il 1915 ed il 1917 Albin Egger-Lienz è stato chiamato per il il servizio militare. Durante questo periodo molto difficile e sconvolgente per l’artista sono nate varie pitture che mostrano soldati che combattono per la proprio patria, come per esempio “Den Namenlosen” (1914).

Nei suoi ultimi anni di vita, l’artista è stato dichiarato cittadino onorario di Lienz ed anche dottore onorario dell’Università di Innsbruck. Albin Egger-Lienz morì il 4 novembre 1926 presso il Grünwaldhof a S. Giustina a Bolzano (Alto Adige). Il castello Bruck, il museo della città Lienz, vanta con la più vasta raccolta pubblica di opere del pittore tirolese.

Alloggi consigliati

  1. Vergeiner’s Hotel Traube
    Hotel

    Vergeiner’s Hotel Traube

  2. Ferienhotel Laserz
    Hotel

    Ferienhotel Laserz

Suggerimenti ed ulteriori informazioni