langlauf Gnadenwald Hall Wattens
langlauf Gnadenwald Hall Wattens

Gnadenwald

Il comune di Gnadenwald si trova a poca distanza da Innsbruck, ai piedi del massiccio Bettelwurf.

Altitudine: 879 m s.l.m.

I due paesi principali St. Martin e St. Michael, come anche vari borghi sparsi, costituiscono il comune di Gnadenwald. Per un lungo periodo quest’area era nota solo come “monte sopra Terfens” e più tardi come “Wald/e”. Importante per il comune in tempi passati erano soprattutto i quattro mulini per macinare materiali in polvere e le cave di marmo. Lo stemma del comune mostra un profilo di vette verdi, simbolo per la posizione del paese ai piedi delle ripidi pareti calcaree, e due croci che raffigurano il significato del toponimo Gnadenwald (Gnade = misericordia). A proposito: il combattente tirolese per la libertà Josef Speckbacher (1767-1820) è nato a Gnadenwald!

Del territorio comunale fa parte anche la malga Hinterhornalm, un’amata meta escursionistica situata a 1.524 m di altitudine. Il rifugio è aperto durante i mesi estivi ed è raggiungibile dalla località St. Martin per un piccolo sentiero in ca. 1,5 ore. Da qui si può proseguire l’escursione: una passeggiata vi porta in pochi minuti fino ad una croce in legno in stile ortodosso russo, mentre ulteriori sentieri vi portano fino alla malga Walderalm (1.511 m s.l.m. - 20 minuti), oppure sulla cima del 2.243 m alto monte Hundskopf. Alla malga Hinterhornalm porta anche una strada a pedaggio, lungo la quale si svolge annualmente la gara di mountain bike “Hinterhornchallenge”, con partenza a St. Martin ed arrivo presso la malga.

Voglia di adrenalina? Nel paese vengono offerti dei corsi per parapendio e volo a delta. E che quest’area è adatta a questi sport estremi, testimonia il fatto che proprio qui si sono svolti i Campionati Europei di Deltaplano nel 2000. D’inverno invece, troverete nel territorio comunale oltre 10 km di piste da fondo. Le piste per slittini Runstboden (1,3 km) e Malga Hinterhornalm (3 km) ed una piccola sciovia con scuola di sci ed asilo completano l’offerta per la vostra vacanza invernale sulla neve. Ed infine, non lasciatevi perdere una visita alla chiesa parrocchiale S. Michele! È stata costruita nel 1337 e nel XVIII secolo trasformata in stile barocco da Franz de Paula Penz. Davanti alla chiesa si trova un vecchio tiglio, piantato nel 1908 in occasione del 60° anniversario della salita al trono dell’imperatore Francesco Giuseppe I.

Un nostro consiglio: una particolarità del comune rappresenta il cosiddetto “Fassdauben”. Si tratta di una tradizione di giovani contadini, festeggiata alla fine dell’inverno, dove al posto di sci vengono usati asse di vecchie botti. Eccezionale!

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere
Suggerimenti ed ulteriori informazioni