Thaur

Il comune rurale Thaur nella valle Inntal è noto per le sue usanze e tradizioni.

Altitudine: 633 m s.l.m.

Il comune di Thaur si trova ai piedi della catena montuosa Nordkette e confina direttamente a Hall in Tirol. La località fa parte dei cosiddetti paesi “MARTHA-Dörfer”, tutti situati lungo la strada che porta da Innsbruck a Hall in Tirol. Questi paesi sono Mühlau, Arzl, Rum, Thaur, il quartiere di Hall Heiligkreuz, ed Absam, dei quali le iniziali formano la parola “MARTHA”. Il nome del comune Thaur deriva o dal termine illirico per “roccia” o da quello retoromano “Taur” o “Tgaura” (capra).

Oggi Thaur rappresenta un paesino tranquillo con un carattere rurale. Questo mostrano i masi Mittertennhöfe del tradizionale tipo tirolese, con le loro grandi frontoni e portoni. La coltivazione di verdura ha ancora oggi una grande importanza per Thaur, ed anche a cultura e tradizioni viene posta molta attenzione. Di questi fanno parte per esempio i tradizionali presepi di Thaur, i quali ancora oggi vengono realizzati a mano. Si possono vedere montagne orientali, dipinti sfondi ed anche le famose figure. Ulteriori usanze sono il cosiddetto “Mullerlaufen”, una tradizione carnevalesca festeggiata ogni quattro a cinque anni, o anche la processione della Domenica delle Palme. Sul cosiddetto “Palmesel” (asino delle Palme) una statua di Gesù in grandezza naturale su un asino viene solennemente accompagnata dalla chiesa parrocchiale fino al vicino paese Rum. Questa processione come anche la processione “Grablegungsprozession” del Venerdì Santo si possono vedere soltanto a Thaur!

In tempi passati a Thaur c’era un castello, il quale fu trasformato nel XIII secolo in una maestosa residenza che ospitava per alcuni secoli la corte. Dopo un incendio ed un terremoto, oggi sono rimaste solo le rovine di questo stupendo ed in tempi passati più grande maniero della valle Inntal. A questa struttura ci ricorda lo stemma del comune: le tre torri in argento raffigurano il possente castello. Nel comune si trovano inoltre ben cinque chiese, le quali possono essere visitate con una piacevole passeggiata. Una di queste chiese è il santuario “Romedi-Kirchl” in stile barocco, situato sopra il paese nei pressi delle rovine di Castel Thaur. Si presume che S. Romedio viveva presso questo posto. Un’ulteriore chiesa notevole è la chiesa S. Ulrico, la più antica costruzione di chiese ancora conservata del Tirolo. Altrettanto una meta interessante rappresenta la colonna dell’imperatore (Kaisersäule), eretta in ricordo alla visita dell’imperatore Francesco Giuseppe I il 22 ottobre 1815. Questo monumento si trova su un’impressionante altitudine di 1.700 m.

Un nostro consiglio: presso le rovine di Castel Thaur si svolgono regolarmente in estate varie manifestazioni ed esibizioni teatrali, come per esempio le “Thaurer Schlossspiele”.

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere